Regolamento  del Maggior Consiglio
11 giugno, 2022 di
Regolamento  del Maggior Consiglio
Ilaria Pernigotti
| Ancora nessun commento

Regolamento del Maggior Consiglio

  1. Tutti i Cittadini Veneti possono far parte del Maggior Consiglio siano essi donne che uomini, purché siano regolarmente registrati presso l'anagrafica della Repubblica Veneta. Inoltre, avranno il compito di adoperarsi per la ricostruzione della piena effettività e sovranità della stessa.

  1. Il neo-Consigliere si fa onere di rispettare i “Termini di Riservatezza” e correderà la domanda per diventare Consigliere con una lettera ove esprima le motivazioni che lo spingono ad assumere tale incarico. Inoltre, indicherà eventuali competenze che potranno essere messe a disposizione per i progetti del Maggior Consiglio.

  1. La carica di Consigliere diventerà effettiva dopo un periodo di prova di 6 mesi. Trascorsi i 6 mesi con tacito assenso, qualora non siano emersi fatti contrari che portino a un diniego, la carica di Consigliere diventerà effettiva.


CHI SONO GLI "AVOGADORI DE COMUN"


Gli "Avogadori de Comun"


  1. Gli "Avogadori de Comun" sono nominati dalle Cariche Istituzionali individuate, votate e approvate dal Maggior Consiglio, durante l’Assemblea Ordinaria nella data del 15 Maggio 2021: Doge, Cancelliere della Repubblica Veneta e Segretario. Queste tre Cariche Istituzionali hanno la facoltà d’incaricare, ogni qualvolta si rendesse necessario, gli "Avogadori de Comun", in numero minimo di 3 e in crescendo sempre in numero dispari. Questi Avogadori avranno il compito di analizzare il caso loro assegnato. 

  1. Gli "Avogadori de Comun" entro 40 giorni dalla loro nomina, dovranno produrre una relazione con le eventuali ulteriori sanzioni. Tale documento sarà letto, discusso e votato di fronte al Maggior Consiglio riunito in assemblea in presenza. 

  1. Durante le indagini degli "Avogadori de Comun” nessun Cittadino, Consigliere del Maggior Consiglio e nessuna Carica Istituzionale si potrà sottrarre alle richieste degli Avogadori, ma dovrà adoperarsi per agevolare il loro mandato. Pena l’immediata sospensione della persona da qualsiasi incarico.


SOSPENSIONE DELLE CARICHE ISTITUZIONALI


Elenco di gravi cause di sospensione


  1. Quando la sospensione delle Cariche Istituzionali è immediata, rimarrà tale fino a definitiva decisione del Maggior Consiglio.

  1. Si attua la sospensione immediata alle Cariche Istituzionali, quando il comportamento di una di loro abbia arrecato danno evidente alle Istituzioni della Repubblica Veneta.

  1. atti dispotici;

  1. uso illecito di uffici e nomine che non siano state preventivamente approvate dal Maggior Consiglio.

      3.  La sospensione dalle Cariche Istituzionali non darà  
           più accesso all’uso agli apparati istituzionali. 
 


      4.  Qualunque comunicazione non autorizzata e in
           aperta opposizionepubblicata su canali non ufficiali
           da Consiglieri del Maggior Consiglio, non 

           direttamente coinvolti nelle indagini, comporterà

           loro, lo stesso trattamento di sospensione. 


VALIDITÀ DELLA CARICA 


  1. Si è convenuto che tutti i Consiglieri già appartenenti al Maggior Consiglio che non abbiano dato, entro il 31 marzo dell’anno successivo al loro ingresso nel Maggior Consiglio, nessun segno di partecipazione, siano considerati semplici Patrioti sostenitori.

  1. Il finanziamento della Repubblica Veneta sarà ancora sottoposto al versamento dei 100€ annui da parte di tutti i Consiglieri del Maggior Consiglio, ma non sarà tale versamento a determinare la carica di Consigliere al Maggior Consiglio, bensì quanto scritto nella sezione “Entrata nel Maggior Consiglio”. 

  1. Quando l’attività economica della Repubblica Veneta produrrà sufficienti introiti, il contributo annuale potrà essere abolito, anche totalmente, per tutti i Consiglieri del Maggior Consiglio. I singoli Consiglieri comunque potranno volontariamente, continuare a fare delle donazioni economiche alla Repubblica Veneta.

  1. Un Consigliere ha espressione di voto, se presente ad almeno un’Assemblea del Maggior Consiglio, delle ultime quattro convocate.

  1. Il Consigliere assente da più di tre mesi alle Assemblee del Maggior Consiglio, verrà considerato “dormiente” e pertanto, NON riceverà più le mail riservate ai Consiglieri in stato “attivo”.

  1. Un Consigliere sospeso con effetto immediato (vd. “Elenco di gravi cause di sospensione”) NON può partecipare al voto e viene momentaneamente escluso da tutte le attività della Repubblica.

  1. Il neo consigliere dev’essere informato sulla struttura e gli obiettivi del Maggior Consiglio e della Repubblica, solo dopo che avrà firmato i “Termini di Riservatezza”.

  1. L’Ufficio Segreteria dovrà fornire al neo consigliere una copia di codesto Regolamento e di eventuali altri documenti, che possono servirgli per essere informato su quanto è stato prodotto dal Maggior Consiglio antecedente la sua richiesta di ammissione. 

  1. Il Doge ha la facoltà, sentito il parere favorevole del Maggior Consiglio, d’insignire a titolo onorifico, con la carica di “Consigliere a seggio permanente”, le persone che con il loro fare si sono spesi con merito e onore alla difesa della causa Veneta. I Consiglieri Onorari non hanno alcun obbligo di presenza e non verranno mai conteggiati nel novero del quorum. Il Maggior Consiglio ha la facoltà di nominare i Ministri e i rappresentanti diplomatici all’estero, dando facoltà però al Doge di porre veto, purché questo sia motivato. Le nomine di tutti i Ministri e del corpo diplomatico devono essere ratificate dal Doge. 

  1. Tutte le cariche rappresentative dello Stato non possono essere ricoperte da persone estranee al Maggior Consiglio.


CONVOCAZIONE ASSEMBLEE DEL MAGGIOR E DEL MINOR CONSIGLIO 

Convocazione Assemblea in presenza sia Ordinaria che Straordinaria


  1. L’Assemblea in presenza si terrà una o più volte al mese in base alle esigenze del Maggior Consiglio. 

  1. È fatto obbligo, che in ogni Assemblea in presenza, sia inserito nell’OdG l’intervento del Tesoriere che relazionerà, in modo puntuale, il rendiconto e lo stato finanziario della Repubblica Veneta. Il Maggior Consiglio si avvale della facoltà di chiamare il Tesoriere a espletare le sue funzioni ogni qualvolta lo riterrà necessario.

  1. Il Segretario della Repubblica Veneta su richiesta del Cancelliere o di almeno cinque consiglieri in via ordinaria o del Doge in maniera straordinaria, convocano la data dell’Assemblea in presenza del Maggior Consiglio, tramite mail e con messaggio nel canale Telegram “RV MaC – canale informativo della Repubblica Veneta”. L’assemblea del Maggior Consiglio verrà comunicata con un congruo anticipo almeno 5 giorni prima dalla data di convocazione. Sarà inoltre, stabilita la sede indicando nella comunicazione l’indirizzo specifico e non il generico nome del luogo. 


Ordine del Giorno


  1. È stabilito dal Segretario della Repubblica Veneta, sentito in maniera vincolante il Cancelliere della Repubblica Veneta, il Doge e le varie realtà (ministeri, plenipotenziari, Commissioni) che l’OdG debba essere inserito nella convocazione.

  1. Pertanto le Magistrature, le Commissioni, gli Uffici e i Gruppi di lavoro dovranno presentare gli argomenti da inserire nell’OdG almeno 7 giorni antecedenti la seduta del Maggior Consiglio. Inoltre, gli stessi nel tempo tra la Convocazione e lo svolgimento dell'assise, possono apportare documenti e studi al riguardo degli argomenti che verranno discussi. 

  1. Ogni membro del Maggior Consiglio potrà esprimersi come relatore apportando all'attenzione dell'assise nuovi argomenti di discussione e solo se caratterizzati da “Codici di Urgenza” dovranno essere discussi prima dei punti già presenti nell'OdG.


  1. Codici di Urgenza”: ROSSO, GIALLO, VERDE e BIANCO.


  • ROSSO: Urgenza assoluta di discussione con convocazione straordinaria o in caso di assemblea ordinaria già convocata per il giorno stesso il tema sarà dibattuto per primo.

  • GIALLO: Tema di discussione urgente, ma non tanto da essere convocata una assemblea straordinaria. Comunque, anche in questo caso verrà inserito come primo tema dell’assemblea ordinaria, appena questa sarà stata calendarizzata.

  • VERDE: Tema di discussione sì importante, ma non da soverchiare l’OdG indetto per la riunione ordinaria in calendario. Tema che comunque dovrà essere discusso la sera stessa anche se non pervenuto con congruo anticipo, può essere che con tale codice il tema arrivi ad essere conosciuto dal Maggior Consiglio anche al limite dell’inizio dell’assemblea ordinaria, come anche per i codici colore precedenti.

  • BIANCO: il tema va inserito seguendo la procedura standard come da regolamento. 

Come si riconosce l’importanza di un argomento del’OdG? 


  1. Il Consigliere che comunica via mail o sulla chat di Telegram “RV - Maggior Consiglio” con oggetto: “CODICE COLORE o emoticon pallino colorato - nome argomento - breve descrizione.” 


Esempio:

  1. CODICE ROSSO - ATTACCO ALLA REPUBBLICA E ALLE SUE ISTITUZIONI + descrizione.

  2. 🔴 ATTACCO ALLA REPUBBLICA E ALLE SUE ISTITUZIONI + descrizione. 


A seguire gli altri colori:


  1. CODICE GIALLO + TITOLO ARGOMENTO + descrizione.

  2. 🟡 TITOLO ARGOMENTO + descrizione


  1. CODICE VERDE + TITOLO ARGOMENTO + descrizione.

  2. 🟢 TITOLO ARGOMENTO + descrizione


  1. CODICE BIANCO + TITOLO ARGOMENTO + descrizione.

  2. ⚪ TITOLO ARGOMENTO + descrizione



Convocazione Assemblea online Ordinaria


  1. In via ordinaria il Maggior Consiglio si riunisce una volta alla settimana nel giorno di Lunedì, in orario serale e in via telematica. L’assemblea potrà essere convocata in un’altra giornata, purché sia stata comunicata ai Consiglieri “attivi” con congruo anticipo ed eventualmente, si potrà valutare di organizzarla in presenza.

  1. Tale modus operandi sarà da ritenersi valido fino a che le assemblee settimanali non verranno sostituite dal Minor Consiglio e la seduta del Maggior Consiglio diventerà a convocazione mensile sia online che in presenza.


Quorum


  1. Sia definito il quorum per la legittimità dell'assise del Maggior Consiglio nel numero di 10 + 1 partecipanti. Se in numero minore, l'assise sarà da considerarsi comunque come una sessione del Maggior Consiglio, ma con quorum insufficiente per il voto.


Votazioni


  1. Se l’argomento di discussione lo prevede e lo si ritiene necessario, al termine della discussione di un punto nell'OdG, venga fatta eseguire una votazione palese, anche ad alzata di mano, per l’approvazione dell’argomento.

  1. Sia da tenersi il sistema della maggioranza semplice: 50% dei voti + 1. Non è previsto il voto di astensione, a meno che non vi sia un coinvolgimento a titolo personale.

  1. È previsto che il Consigliere possa esprimere la motivazione del voto e possa  chiedere che sia messo a verbale.

  1. Il voto del Consigliere è valido solo se egli ha espletato e rispettato tutte le norme richieste dalla sua carica.

  1. La legalità delle nomine a Ministro e Diplomatico possono essere convalidate solo se il Consigliere incaricato è in regola con le norme vigenti e che validino la sua carica.


Validazione del voto


  1. Tutti gli argomenti votati durante le riunioni online, troveranno immediata applicazione e azione. 

  1. In caso di riesame di un dato argomento, al Maggior Consiglio dovrà pervenire richiesta da almeno metà dei voti favorevoli al ribasso.

Esempio:


  1. Presenti 20,  voti a favore 11, contrari 9. 

  2. Per il riesame ci dovranno essere almeno 5 Consiglieri che motivano la richiesta. 


Procedura dell’Assemblea del Maggior Consiglio sia Ordinaria che Straordinaria e sia online che in presenza


  1. Il Cancelliere e il Segretario della Repubblica Veneta individuano un moderatore, affinché possa gestire gli interventi dei membri del Maggior Consiglio durante tutta la durata dell’Assemblea.

  1. Il Cancelliere della Repubblica Veneta detta i tempi dell'assise.

  1. Sia fatto un appello da parte del Segretario per rendere legale l’Assemblea.

  1. Venga effettuata una prima convocazione e dopo 5 minuti, sia dato inizio alla seconda convocazione con la partenza dell’Assemblea. Il verbalizzante trascriverà tutte le fasi della riunione e si avvarrà di registratore o registrerà direttamente l’Assemblea.

  1. Le registrazioni siano strettamente private e siano archiviate assieme al verbale predisposto. Il verbale dovrà essere predisposto entro 7 giorni.

  1. Il verbale convalidato dal Cancelliere della Repubblica Veneta sarà inviato, tramite mail istituzionale, alle rispettive mail dei membri “attivi” del Maggior Consiglio. Trascorsi 7 giorni verrà ritenuto valido e pertanto archiviato. Tale documento dovrà essere disponibile, nel cloud della Repubblica Veneta, a tutti i membri “attivi” del Maggior Consiglio ed esso sarà chiaramente di natura riservata.

  1. Verrà richiesto al Maggior Consiglio l’autorizzazione alla pubblicazione sul sito di quanto deciso dall’assemblea e pertanto sarà predisposto un documento della seduta. Tale documento conterrà solo gli argomenti non riservati, che potranno essere divulgati e messi a disposizione del Popolo Veneto e non.

  1. Un Consigliere ha diritto di replica sull’argomento in un tempo ragionevole.


        3.   I consiglieri del Minor Consiglio siano consiglieri
              responsabili di Magistrature.
             

        4.   I consiglieri del Minor Consiglio devono 
              partecipare alle assemblee del Maggior Consiglio,
              ma non avranno esercizio di voto essendo il Minor 
              Consiglio organo governativo. 

             
              

UFFICIO STAMPA


  1. I canali ufficiali per la comunicazione devono essere riconosciuti e approvati dal Maggior Consiglio.

  1. I portavoce della Repubblica Veneta: Doge, Maggior Consiglio, Minor Consiglio devono essere persone ufficialmente incaricati dal Maggior Consiglio, in collaborazione con il Doge.

  1. Sulle chat ufficiali di ogni organo della Repubblica i componenti siano presenti con nome, cognome e foto per identificare immediatamente con chi ci si sta relazionando.



REVISIONE DEL REGOLAMENTO


  1. La revisione del Regolamento deve essere richiesta da un numero di almeno 3 consiglieri, non in prova, facendo istanza alla Segreteria. La revisione del Regolamento sia messa nell’OdG nella prima o nella seconda Assemblea Ordinaria, sia essa online che in presenza e sia posta al voto del Maggior Consiglio.

  1. I Consiglieri che chiedono la modifica del Regolamento devono motivare la richiesta e presentare una valida alternativa.



Approvato dal Maggior Consiglio 

In data 04.06.2022


Scarica il Regolamento









Accedi per lasciare un commento