Casanova e la studentessa: la vera storia di Venezia per i ragazzi d’oggi.
Debutta l’opera di Federico Zecchin e Pieralvise Zorzi
29 ottobre, 2022 di
Casanova e la studentessa: la vera storia di Venezia per i ragazzi d’oggi.
Staff Repubblica Veneta
| Ancora nessun commento


Casanova e la studentessa: la vera storia di Venezia raccontata ai ragazzi d’oggi”. L’opera che Federico Zecchin e Pieralvise Zorzi ci regalano – debutto domenica 30 ottobre a Limena, ore 17.30, sala Falcone e Borsellino – si regge su un magico incontro, a Venezia, tra il fantasma di Casanova, il celeberrimo letterato veneziano del Settecento, e una ragazza di oggi, disincantata e moderna, nativa digitale, curiosa e desiderosa di conoscere la vera storia della propria Patria [ndr. la Serenissima Repubblica Veneta] ma piena di informazioni sbagliate e di preconcetti.

L’incontro tra il fantasma di Casanova e la studentessa, in cui il grande veneziano apre alla ragazza, come un nonno consapevole potrebbe fare con un nipote, il  tesoro della grandezza di Venezia, è la trama fondamentale della rappresentazione teatrale che debutterà il 30 ottobre 2022 a Limena per poi andare in scena in molti luoghi del Veneto.

Nella presentazione dell'opera Pieralvise Zorzi scolpisce parole fiammeggianti, che spiegano bene l’intento dei due autori: «Abbiamo fatto questa cosa con Federico Zecchin perché in realtà i tanti ragazzi, i tanti giovani che oggi girano per Venezia e dicono di essere veneziani e veneti non sanno nulla della storia di Venezia e quindi anche del Veneto, paese che abitano con orgoglio. Noi vogliamo che tutti coloro che vedranno questa nostra opera escano più contenti, più sereni e soprattutto con più orgoglio e più felicità di appartenere a una grande gente, a una grande nazione, con una grandissima tradizione storica di intelligenza e modernità, intraprendenza e spregiudicatezza».

I libri scolastici non dicono nulla

La nota di presentazione dell’opera spiega l’intento didattico dell’opera, che vuole riempire il grande, scandaloso vuoto che la scuola italiana riserva alla storia veneta: «Una delle quattro Repubbliche Marinare: ecco infatti tutto ciò che i libri scolastici raccontano oggi di Venezia. Nulla si dice della straordinaria ed unica forma di governo e di sistema politico, nulla dell’importanza della Serenissima nel delicato equilibrio europeo, nulla dei suoi straordinari uomini, nulla dei suoi undici secoli di storia. I giovani quindi arrivano all’Università sapendo poco o nulla o nel peggior caso avendo informazioni sbagliate e storicamente inesatte su una storia affascinante e fondamentale per capire chi siamo e dove siamo oggi».

Il dialogo tra Casanova e la studentessa

Nell’opera di Zecchin e Zorzi, tra la ragazza e Casanova – interpretato dall’attore Davide Bozzato – , tra divertenti incomprensioni ed equivoci dovuti alla distanza temporale che li separa, a poco a poco si instaura un dialogo in cui Casanova conduce la studentessa lungo la storia e la civiltà della Serenissima, alla meravigliosa scoperta della Repubblica che fu grande potenza europea.

Autori della rappresentazione teatrale sono  Federico Zecchin, musicista e imprenditore di successo, e mecenate di iniziative culturali venete, e il noto storico e scrittore Pieralvise Zorzi, che ha curato testi e consulenza storica, mentre l’organizzazione è curata da Alberto Montagner per l’Associazione culturale Veneto Nostro – Raixe Venete.

Musicisti di primo piano

Non a caso, a fianco di Zecchin, all’iniziativa culturale prestano la propria opera musicisti di primo piano, dal batterista Maurizio Sgaramella al sassofonista Robert Bonisolo, alla violinista Lucia Cabrera, al chitarrista Riccardo Bertuzzi, al pianista Francesco Signorini, al bassista Larry Mancini.

Vale la pena ascoltare uno dei brani di Zecchin inserito nell’opera “Casanova e la studentessa“, che dà la misura della qualità delle musiche e dei testi: clicca QUI per ascoltarlo.

Prima rappresentazione a Limena
La prima rappresentazione avrà luogo, come detto, a Limena, nella Sala Falcone e Borsellino, domenica 30 ottobre 2022 alle ore 17.30. Ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili.

Seguiranno altre repliche in molti teatri e sale del Veneto, pubblicheremo il calendario non appena sarà reso disponibile.

Si ringrazia Serenissima News per l'articolo, l'originale con il video a questo Link:

Casanova e la studentessa: la vera storia di Venezia per i ragazzi d’oggi.



Accedi per lasciare un commento